favicon
'Obama's impeachment', ovvero perché Barak Obama a suo tempo avrebbe dovuto essere sottoposto ad impeachment e defenestrato!

“Sono quarantaquattro gli americani che hanno giurato come Presidenti”.
Queste, testualmente (confrontare per credere) le parole con le quali iniziava il secondo capoverso del discorso ufficiale inaugurale pronunciato da Barack Obama il 20 gennaio 2009 subito dopo avere solennemente giurato sulla Bibbia ed essere pertanto diventato il quarantaquattresimo Capo di Stato USA.
Come ebbi a rilevare immediatamente su ‘Il Foglio’ nella mia rubrica ‘Pignolerie’ (confrontare per credere) l’affermazione del neo Presidente era storicamente (catastroficamente) sbagliata.
In verità, difatti, gli “americani” che, lui compreso, avevano prestato giuramento per la bisogna erano quarantatre e non quarantaquattro!
Come tutti (meno, evidentemente, il novello inquilino di White House, il suo intero staff, i politici USA per non parlare di quelli degli altri Paesi Italia compresa, i commentatori, naturalmente i giornalisti, la gente…) avrebbero dovuto sapere e non sapevano, Grover Cleveland – unico tra i predecessori di Obama – fu eletto due volte non consecutivamente (nel 1884 e nel 1892) ed è pertanto annoverato – pur essendo ovviamente una sola persona e quindi un solo “americano” – sia quale ventiduesimo che quale ventiquattresimo Presidente.
Quarantaquattro i Presidenti – ripeto per i duri di comprendonio – quarantatre le persone.
Per come ragiono io, questa sola dimostrazione di assoluta, crassa ignoranza, per di più riguardante la Storia del l’istituzione presidenziale stessa, squalificava (e per sempre squalifica) irrimediabilmente l’uomo.
Per come la vedo io – e purtroppo le disposizioni in merito (almeno, le interpretazioni che, ahimè, restrittivamente se ne danno) non mi confortano – c’erano i motivi per sottoporlo immediatamente ad impeachment e defenestrarlo!
(Nel quale caso, perché il Nostro lo sappia, per la prima volta la procedura sarebbe arrivata a conclusione, cosa non avvenuta nei confronti di Andrew Johnson e Bill Clinton, i due soli Presidenti – Richard Nixon, dimettendosi, evitò l’affronto – ‘processati ‘ ed assolti secondo tale disposto).

Mauro della Porta Raffo