favicon
'Sugar'

'Sugar'

Potevi averlo per niente. O quasi. Dopo che aveva perso da Giardello, dico. E venne in Europa. Per soldi. Pochi. In tournée. A Parigi. Da dove cominciare, altrimenti? Era d’ottobre. Era il 1963. Ventitre anni che combatteva. Senza contare quelli da dilettante. E gli misero contro un bel pugile. Uno di Ajaccio. Molto più giovane.…

'Alice' e le 'teste di serie'

'Alice' e le 'teste di serie'

Anni or sono, parlando con un ex campione olimpionico di scherma, mi occorse di esprimere la mia incondizionata ammirazione nei confronti di Valentina Vezzali, all’epoca dominante in campo internazionale. Convenne il mio interlocutore, peraltro con qualche difficoltà. “Vedi”, mi disse, “è indubbiamente grande ma, come del resto i suoi colleghi schermidori dei nostri giorni, in…

Bidone (fuga)

Bidone (fuga)

Scappano. Un gruppetto di ‘frilli’ o pressappoco. I big lasciano fare. Pensano: “Li prendiamo senz’altro. Dove vanno?” Il vantaggio aumenta. Dietro si guardano. Tiri tu? Tiro io? Non tira nessuno. E quelli arrivano. È questa la ‘fuga bidone’. Quella che nessuno prende sul serio. E che provoca risultati a sorpresa. Imprevedibili. Ciclismo, naturalmente. Corse a…

I circuiti del cuore

I circuiti del cuore

Qual è il circuito più affascinante dell’automobilismo? Non vi dirò Monza, più che altro perché continua a reiterarsi quello sfregio alla storia legato al non restauro delle paraboliche della pista di alta velocità. Vi dirò allora che, secondo il mio personalissimo e opinabilissimo parere, il primato spetta al Nürburgring. (altro…)

Falkland

Falkland

Gran bel giocatore, l’argentino Osvaldo Ardiles. Relativamente piccolo, era magrissimo e all’apparenza fragile. Così, allorquando, nel 1978, vinto il Mondiale con la sua Nazionale, si accasò in Inghilterra, al Tottenham, rimasi davvero perplesso. Avevo del calcio britannico una notevole considerazione anche perché il gioco praticato in quelle terre era particolarmente maschio tanto che solo da…

Karbacher

Karbacher

Ti ricordi di Lee Epperson? No? Beh, in effetti, se proprio non sei un accanito fan di Rocky Marciano è difficile. Il dago lo mise a nanna il 17 marzo 1947. Al terzo. Debuttava senza maglietta, Rocky. E aveva appena conosciuto una ragazza. E le aveva detto: “Faccio il boxeur e sono imbattuto. Vieni a…