favicon
Dovuto a Lodge

Dovuto a Lodge

Devo a Lodge, David Lodge, una intuizione. Devo a Lodge una linea guida. In ‘Small World: An Academic Romance’ (titolo italiano, bruttino, ‘Il professore va a congresso’), uno dei mille rivoli narrativi riguarda l’influenza che può avere uno studio critico di spessore e ricco di illuminazioni sull’autore che ne è soggetto/oggetto. Come possa cambiarlo. Non…

Abiezione

Abiezione

Le medie? Le ho cominciate quando la lingua straniera da studiare era il francese. Quando si ragionava in francese. Quattro anni (in terza mi hanno bocciato) e ovunque, non solo a scuola, imperava l’inglese. È in quel lasso di tempo – seconda metà dei Cinquanta – che è cambiato il mondo. La lingua d’Albione, per…

Tres Cruces

Tres Cruces

Non un ‘landau’. No. Una di quelle carrozze leggere. Un cavallo dalla criniera gialla. Nobile. In serpa, ovviamente, un gentiluomo. Redini allentate in pugno. L’inutile frustino, d’accanto. In redingote a quel che mi suggerisce la memoria. Immancabile, Il cilindro. Direi fosse la prima domenica di marzo del 1974, verso la fine dell’inverno dell’austerità. Nel trascorrere…

Ray Bradbury 2018, ovvero della necessità oggi degli 'uomini libro'

Ray Bradbury 2018, ovvero della necessità oggi degli 'uomini libro'

‘Playboy’ – la rivista sbrigativamente definita “erotica” dalle incolte enciclopedie fondata a Chicago dal compianto Hugh Hefner nell’estremo declinare del 1953 – ha immediatamente e costantemente proposto interventi (racconti, saggi, interviste) letterariamente di alto livello e pregio, tanto che praticamente nessuno tra i ‘grandi’ della letteratura, e non solo americana, mancherebbe nell’indice degli autori pubblicati…