favicon
Oscar Wilde in America

Oscar Wilde in America

Grande successo e repliche su repliche a New York, a partire dal mese di settembre del 1881, del musical ‘Patience’, di Gilbert e Sullivan, operetta satirica che, ripetendo pari pari la estremamente positiva precedente esperienza londinese, diverte in specie la locale alta borghesia mettendo alla berlina gli esteti. Produttore dello spettacolo Richard d’Oyly Carte che…

Il fisionomista

Il fisionomista

Verso la fine del 1995, impegnato nella realizzazione di un documentario per conto della televisione della Svizzera Italiana il cui argomento era il gioco d’azzardo in tutte le sue forme, a distanza di almeno quattordici o quindici anni dalla mia ultima frequentazione, accompagnato da un regista e da un operatore, mi capitò di mettere nuovamente…

Il linguaggio del corpo (mimica, movimenti, postura), per qualche verso la fisiognomica, e i rapporti Unione Europea/Russia/USA

Il linguaggio del corpo (mimica, movimenti, postura), per qualche verso la fisiognomica, e i rapporti Unione Europea/Russia/USA

Trieste, 1 aprile 2017   Introduzione    Il grande zoologo ed etologo inglese Desmond Morris, interrogato di recente a proposito del (per i più, per i meno avvertiti) sorprendente esito delle elezioni americane, ha parlato della necessità, a suo parere, quando in televisione appaiono i politici, di azzerare l’audio – non badando pertanto a quanto…

L'altro Thomas Mann

L'altro Thomas Mann

Quello americano, vituperato da Eric Hobsbawm e autore della ‘Dottrina’ che porta il suo nome peraltro spesso erroneamente denominata ‘Dottrina Johnson’ Varese, 12 marzo 2017   Arrivato inopinatamente a White House, Lyndon B. Johnson, guardando al personale politico e diplomatico kennediano che ovviamente lo attorniava, in attesa di mettere assieme un proprio governo, provvide a…

Primarie PD per la scelta del segretario? Una vera corbelleria!

Primarie PD per la scelta del segretario? Una vera corbelleria!

Create, demagogicamente e in stretta osservanza del ‘politically correct’, ad imitazione di quelle USA (peraltro, certamente, senza avere – oltre il sentito dire – alcuna vera conoscenza dell’originale), le cosiddette ‘primarie’ del PD, ove fossero usate solo ed esclusivamente per la scelta dei candidati, avrebbero pur sempre una qualche, minima, ragion d’essere. Non così, invece…