favicon
Più Stato e meno mercato

Più Stato e meno mercato

Dopo oltre trenta anni di ubriacatura liberista che se è vero che ha trasformato il Mondo sicuramente, però, non lo ha reso migliore, è ora di cambiare paradigma e di invertire l’affermazione che ne ha decretato il successo e che adesso rischia di determinarne la sconfitta. Infatti l’era neo liberista si è imposta al grido…

Politica e mercato, la gerarchia delle scelte prioritarie

Politica e mercato, la gerarchia delle scelte prioritarie

Quando una relazione non è intelligente e non produce reciproche profittabilità, come affermava Carlo M. Cipolla, inevitabilmente, è destinata ad esaurirsi ed anche se l’economia di mercato ha dei pregi, non debbono essere dimenticati i suoi numerosi difetti; ad iniziare dallo smithiano postulato di partenza: la presunta mano invisibile che lo guida e riequilibra, in…

I dieci peccati dei big della rete

I dieci peccati dei big della rete

Se i livelli di disuguaglianze non fossero stati così elevati, probabilmente, Facebook e i giganti del web avrebbero potuto avere qualche speranza di cavarsela senza troppi danni e continuare a guardare il mondo intero dall’alto dei circa tremila miliardi di dollari della loro capitalizzazione borsistica. Tutti sapevano della iniquità dello scambio dati tra i fruitori…